Agosto – Novembre 2012

agosto – novembre 2012 -Giappone – Ango a Shogoji

ango2013.5Da fine Agosto a fine Novembre, partecipo alla mia seconda ango (periodo di formazione monastica ) organizzata dalla Sotoshu Sumucho in Giappone, presso il tempio di Shogoji nella prefettura di Kumamoto. In un ambiente naturale incontaminato, nel mezzo di piccoli monti ricoperti di foreste di tuja, quindici monaci occidentali, aiutati da uno  staff di insegnanti giapponesi, si sono addestrati nelle pratiche monastiche seguendo le regole millenarie del fondatore Dogen Zenji e degli antichi patriarchi. Un’esperienza indimenticabile e profondamente formativa !

Scritto da Guglielmo Doryu        

Qui una selezione di foto:

http://www.flickr.com/photos/67354355@N08/sets/72157638214916704/

Agosto 2012

Agosto 2012 – Okumura in Europa

nell’Agosto 2012 Okumura Roshi è di nuovo in Europa, questa olta per presenziare ad alcune cerimonie Hossenshiki (Battaglia del Dharma) in Francia, Olanda e Italia. Noi lo abbiamo seguito in alcune di queste tappe.

hojosaneurope1Tempio Zen de La Genronnière – Teisho di Okumura Roshi
hojosaneurope2Tempio Zen de La Genronnière – il Rev. Jiso Forzani: Direttore dell’Ufficio Europeo dello Zen Soto, Okumura Roshi, Gyoetsu, Doryu, e il Rev. Shoki Kamada, Responsabile degli affari generali, dell’Ufficio Europeo dello Zen Soto.  
hojosaneurope3Okumura Roshi e Gyoetsu ai giardini di Versailles.
hojosaneurope4Tempio Zen di Fudenji – Italia. Il il Rev. Jiso Forzani, Okumura Roshi, il Rev Fausto Tatite Guareschi, il Rev. Tom Kurai.
hojosaneurope5A Piazza San Marco, Venezia. Okumura Roshi, il Prof. Aldo Tollini, Doryu.

Maggio 2012

30 maggio 2012

mushin1

Un tributo affettuoso al gatto Mushin, tranquillo e saggio come un vecchio Maestro Zen, che se ne andato così come è vissuto: con silenzio e dignità.

 

La sua presenza era calda e pacificante. Gassho & Goodbye.

Maggio 2012

maggio201218 maggio 2012 Ragusa – Biblioteca Comunale – Conferenza “Cultura e Pratica dello Zen”

Interventi: “Il Buddhismo Zen” Prof. Santo Burgio(Docente di Storia del Pensiero Religioso – Facoltà di Lingue – Ragusa) – “Lo Zen in occidente” Rev. Guglielmo Doryu Cappelli  – “Introduzione alla pratica dello Zen” Rev. Annamaria Gyoetsu Epifanìa

maggio 20122

 

19 maggio – Sesshin al centro Zen Ragusa

Aprile 2012

aprile20127 Aprile 1944  Roma – La mattina di sabato 7 aprile, siamo andati al Ponte dell’Industria, detto anche Ponte di Ferro, che si trova vicino al nostro Centro, a portare incenso, un canto e dieci pezzetti di pane alle 10 donne che il 7 aprile 1944 cercavano il pane per le loro famiglie e sono state fucilate dai nazifascisti. Per non dimenticare (di cosa siamo capaci da entrambe le parti e perdonare).

Gyoetsu

Marzo 2012

24 – 29 marzo 2012 – Okumura Roshi a Roma

okumuraroma1

Il Maestro Shohaku Okumura con Annamaria Gyoetsu e Guglielmo Doryu all’ingresso del Centro Zen Anshin.

okumuraroma6Conferenza all’Università RomaTre – Annamaria Gyoetsu, Prof. Gianfranco Bonola, Shohaku Okumura Roshi, Prof. Aldo Tollini, Guglielmo Doryu.


okumuraroma3Giornata di Pratica al Centro Zen Anshin: foto di gruppo

okumuraroma8Conferenza alla Fondazione Maitreya Spazio Paema con la Dott.sa Mariangela Falà

okumuraroma9Okumura Roshi con la copia dell’edizione italiana del suo libro “Genjokoan”

Marzo 2012

ninaNina: 5 giugno 1997 – 5 marzo 2012.
Quindici anni di gioia, di silenzi, di sguardi, di incondizionato amore. Il suo piccolo corpo, ormai stanco e provato, riposa nella terra fresca di Anshin, ma la sua presenza è viva nel nostro cuore e lo riempie di calore, affetto e nostalgia. Ciao, bau e Gassho.

 

« Tanto ti fui fedele o mio padrone / tanto t’ho amato e t’ho voluto bene / che son felice in questa eterna cuccia / come a dormir tra le tue care braccia »
Peppino De Filippo

Febbraio 2012

pitturaDSCN1174Domenica 12 febbraio. In attesa dell’arrivo del Maestro Okumura …rinfreschiamo le pareti del Centro.

 

 

 

 

SergioIl vento dell’impermanenza soffia forte. Il nostro compagno di Pratica Sergio, pochi giorni dopo aver passato dei bei momenti insieme a rinfrescare il Centro, ha improvvisamente lasciato il corpo a causa di un attacco cardiaco. Elettricista provetto e geniale, falegname e tuttofare, ha lasciato il suo spirito profondamente legato ad Anshin: dovunque ci si guardi intorno, sia nel giardino che negli interni c’è un segno della sua opera. Un eterno gassho pieno di gratitudine.